Il Massaggio Sportivo è diventato parte integrante della routine degli atleti.

L’azione diretta del massaggio sulla pelle comporta un maggiore afflusso di sangue con conseguente miglioramento della circolazione dell’allungamento e della contrattilità muscolare, dell’ossigenazione e nutrimento dei tessuti, riduce le tensioni e quindi il dolore, diminuisce la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa.
Risulta essere un calmante per gli atleti nervosi ed uno stimolante per quelli rilassati.
Manipolazioni, pressioni, impastamenti e stretching sono le tecniche principali per un benessere completo.
Il massaggio si distingue in:
Pre Gara:

si applica prima della competizione, durante la fase di riscaldamento oppure ventiquattro o quarantotto ore prima dell’attività con lo scopo di preparare l’atleta all’azione muscolare. Deve essere superficiale e stimolante.
Post Gara:

Decongestionante, si riceve immediatamente dopo la competizione con manualità poco profonde per eliminare dai muscoli lo stato di affaticamento e accelerare i tempi di recupero.
Post Gara Defatigante, si effettua nei due giorni successivi allo sforzo fisico per riportare ad una condizione fisiologica normale muscoli, tendini ed articolazioni. Decongestiona, rielasticizza i tessuti e risolve contratture.

 

Cristiana Tassi – Massaggiatrice presso Hotel Resort Antico Casale di Scansano

 

 

Condividi nei Social

Lascia un commento